Tre giorni in Gallura. Cosa fare e vedere.

Devo fare due premesse a questo post.

La prima è che è rivolto a chi non è mai venuto nel nord est Sardegna o ci ritorna dopo tanti anni.

La seconda riguarda la durata del soggiorno: tre giorni sono assolutamente insufficienti per poter visitare bene questa meravigliosa parte dell’isola, la scelta fra i luoghi da scoprire che più rappresentano la Gallura è veramente difficile.

Però ce ne sono alcuni che si trovano solo qui ed è secondo questa logica che scrivo questa sorta di classifica sul territorio, per te che la visiti per la prima volta. Tre giorni in Gallura. Cosa fare e vedere.

Mi dirai, va bene, ma se ho solo questi tre giorni? Allora ti do il consiglio che utilizzo sempre per gli ospiti in agriturismo: per scegliere al meglio il tuo itinerario, più che guardare alla “notorietà” di alcuni di questi luoghi, alza gli occhi al cielo e osserva le condizioni meteorologiche.

La pioggia o il maestrale forte possono trasformare una meta eccezionale, per esempio Capo Testa e la Valle della Luna, in una giornata disastrosa. Ecco perché divido le giornate a seconda delle condizioni meteo, sta a te poi fare una scelta.

Tre giorni in Gallura cosa vedere assolutamente in giornate di sole e con poco vento Tre giorni in Gallura. Cosa fare e vedere.

L’Arcipelago di La Maddalena

La giornata alla Maddalena vola via veloce, si percorre tutta sulla strada panoramica e si scelgono una o due spiagge dove trascorrere la mattinata, visita a Caprera e alla casa-museo di Garibaldi, giro in paese di La Maddalena con cena di pesce o rientro a Palau per il mercatino serale in estate.

Un consiglio: le due isole (Maddalena e Caprera) sono meravigliose da visitare con la propria auto, ma nel periodo di pienone (agosto) è meglio scoprirle con una gita in barca – con barche piccole max 10 persone, non i barconi – per osservare le cale e gli anfratti più belli e per scoprire le isole raggiungibili solo via mare (Spargi, Budelli ecc.). È costoso ma ne vale assolutamente la pena. Per info sul parco di La Maddalena: www.lamaddalenapark.it

Capo Testa e Santa Teresa di Gallura

Trekking lungo o semplice passeggia al faro di Capo Testa con all’orizzonte la Corsica, gli affioramenti granitici e le rocce levigate dal mare sono uno spettacolo per gli occhi e per l’anima. Scelta di una spiaggia nella Valle della Luna (cala Spinosa e cala Francese) o le più comode spiagge di Ponente e Levante. Visita al sito archeologico di Lu Brandali e serata a Santa Teresa.

L’Ufficio informazioni di Santa Teresa nel centro del paese (di mattina sempre aperto) offre cartine aggiornate con vari percorsi sul suo territorio e info su eventi in corso.

La Costa Smeralda

C’è dell’imbarazzo in quanto a spiagge e paesaggi da scoprire, una puntata a Porto Cervo o Baia Sardinia. Da non dimenticare una visita a San Pantaleo, con le sue inconfondibili rocce. Per i camminatori esistono belle escursioni a piedi nei dintorni.

Tre giorni in Gallura cosa fare e vedere assolutamente con brutto tempo o maestrale. Tre giorni in Gallura. Cosa fare e vedere.

Gli Olivastri millenari di Carana, Tempio e Luras

Gli olivastri millenari di Carana si trovano sul lago Liscia, sono dei veri monumenti naturalistici – alberi che hanno fra i 3000 e 5000 anni- e bisogna vederli. Successivamente puoi fare una sosta a Luras con il suo museo etnografico (Galluras) e Calangianus con il suo museo del sughero. Due paesi rappresentativi dell’entroterra gallurese, con un tuffo nella cultura rurarle. Non può mancare una visita a Tempio Pausania, da vedere la fonte di Rinaggiu e il Nuraghe Majori.

Parco archeologico di Arzachena e Luogosanto con cena in agriturismo

Si comincia con il Nuraghe Albucciu e il tempietto Malchittu alle porte di Arzachena (venendo da Olbia) e si prosegue sulla bella strada provinciale n. 14 fra Arzachena e Luogosanto, dove si incontrano il villaggio nuragico di la Prisgiona, le tombe dei Giganti di Coddu Vecchiu e Li Loghi. Si prosegue scoprendo la Sardegna medioevale dei castelli Balaiana e Baldu, fino ad  arrivare a Luogosanto con l’eremo di San Trano, il museo della Natività, la Basilica e la sua porta santa. Si può poi prentare una cena tipica nei vari agriturismo presenti.

Spero di averti dato qualche spunto, appena riesco scriverò i dettagli di tutte queste escursioni!

Comments

comments

2 thoughts on “Tre giorni in Gallura. Cosa fare e vedere.

  1. Cara Elena, sono un italiano da più di trenta anni residente in Belgio e, essendo arrivata l’età della pensione, ho comprato da poco una proprietà in campagna presso San Pantaleo (Monticanaglia per l’esattezza), che già conoscevo perché apparteneva a mia sorella e me ne sono occupato negli ultimi anni. Sono arrivato un po’ per caso sul tuo blog perché anch’io conto realizzare una struttura di b&b e cercavo informazioni utili. Volevo giusto dirti che il tuo sito/blog è molto bello e informativo e ti incoraggio vivamente a mantenerlo attuale. Sono rimasto colpito dalla tua foto così espressiva, che mi ha fatto subito pensare che lo sguardo è lo specchio del nostro spirito e della nostra più bella vitalità..ciao e auguri..Stefano Di Cara

    1. Ciao Stefano, ti ringrazio moltissimo per quello che scrivi e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per la tua avventura. Sì, con mille difficoltà cerco di tenere vivo il blog, quest’anno conto di scrivere di più. Conosco molto bene San Pantaleo quindi, se hai bisogno di qualche info, scrivimi! Un caro saluto Elena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *