Nuraghe Majori: la casa dei pipistrelli!

All’arrivo trovo il sorriso della mia amica Sara, guida preparata, simpatica e molto disponibile, inizia così un bel pomeriggio al Nuraghe Majori.

Ciò che mi ha stupito di più della visita al Nuraghe Majori a Tempio Pausania è sicuramente la grandezza dei blocchi di granito che lo compongono. I blocchi, appena sbozzati, sono enormi e ti interroghi subito sulla difficoltà della costruzione.

In realtà, mi spiega Sara, il nuraghe è stato costruito su un grande affioramento di roccia che è servito anche da “cava” per i massi che lo compongono. Il trasporto quindi è stato breve, per fortuna!

Altra particolarità di questo sito è la presenza da aprile a ottobre di una colonia di pipistrelli, che ha scelto le stanze del nuraghe come luogo ideale per far nascere i suoi piccoli (verso giugno). La colonia è monitorata da un biologo ed è diventata essa stessa un’attrazione del sito archeologico. Attorno al nuraghe c’è un sentiero botanico che ti permette di imparare il nome di qualche pianta autoctona e di rilassarti nel verde.

Pipistrelli nel nuraghe

Qualche informazione storica:

La fondazione del nuraghe risale all’età del Bronzo Medio attorno al XIV a.C. e la fase di abbandono attorno al IX sec a. C.

Ha una forma mista, perché riporta sia le caratteristiche dei nuraghe a tholos, quelli a mezzo cono verticale per intenderci, sia quelle del tipo a corridoio a pianta rettangolare.

Ospitava derrate alimentari e un silos per i cereali. Fungeva da dimora, difesa e controllo del territorio.

Ha un corridoio centrale, due camere, una bella scala originale che porta al piano superiore in origine di legno, dove si gode una bella vista sul Monte Limbara, Aggius e Tempio Pausania.

La Tomba dei Giganti del Nuraghe Majori non è ancora stata individuata, si pensa sia stata distrutta per costruirci sopra qualche edificio. Le tombe ovviamente venivano collocate ad un distanza “sanitaria” dal villaggio. Sara mi indica invece il punto dove sono sepolti i resti del villaggio, oltre un muretto a secco di una proprietà privata a una ventina di metri dal sito. I fondi per portarlo alla luce però non ci sono.

Il sito conta circa 13000 visitatori all’anno e vale una visita.

Perché vistare il sito del Nuraghe Majori:

  • per passare una bella giornata nell’entroterra, visitando anche Tempio Pausania e il suo centro storico.
  • Perché hai la possibilità di fare una sosta nel verde, approfittando del percorso naturalistico attorno al nuraghe e mangiando qualcosa al punto di ristoro.
  • Perché ti puoi godere la vista culturale anche con i bambini piccoli, che non parleranno d’altro che di pipistrelli per una settimana.

Da sapere: ci sono i soliti problemi con la cartellonistica e i parcheggi.

Sulla strada statale Tempio-Palau a circa 1,5 km da Tempio trovi il parcheggio comunale segnalato, in teoria si dovrebbe lasciare lì la macchina e sulla strada bianca raggiungere il nuraghe a piedi – circa 500 metri. In realtà se entri sulla strada bianca con l’auto puoi parcheggiare al punto di ristoro, che offre il parcheggio gratuito collegato al sito, ma non è segnalato.

Orari visite: 9.30-19 tutti i giorni – per altre info: 3472995933

Qui invece trovi le informazione del Comune di Tempio su altri itinerari.

Comments

comments

2 thoughts on “Nuraghe Majori: la casa dei pipistrelli!

  1. Per carità, e per rispetto ai Nuragici… informatevi riguardo l uso dei Nuraghi in periodo Nuragico… e correggete le informazioni sopra…

    1. Gentile Mauro, grazie per il tuo commento. Per essere più costruttivi e, visto che mi sembri preparato in materia, segnalami l’errore in maniera più precisa, di modo che io mi possa informare e possa evidenziare ai lettori l’eventuale correzione. Come avrai capito io non sono un’esperta di “periodo nuragico”, ma una “viaggiatrice stanziale” 🙂 di una terra che non è la mia ma che amo, raccolgo le informazioni da chi ne sa più di me e cerco di suggerire luoghi che ai miei occhi sono interessanti. Elena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *