La Maddalena e Caprera due isole da scoprire tutto l’anno

Sei in vacanza in Sardegna d’inverno, d’estate o in primavera? Non perderti le isole di La Maddalena e Caprera, meravigliose tutto l’anno.

 

Un amico, che da vent’anni naviga con la sua barca in Arcipelago, mi ha detto che ancora oggi riesce a scovare piccole insenature a lui sconosciute. Per chi va a vela l’arcipelago è uno dei posti più straordinari al mondo.

Tutte le isole dell’Arcipelago di La Maddalena sono considerate giustamente un paradiso per le vacanze balneari, per chi va in barca, per chi ama luoghi inabitati, mare cristallino e spiagge esotiche.

Gli scorci, le insenature e le spiagge, come quella rosa a Budelli, Cala Coticcio o del Relitto a Caprera, ne fanno un luogo conosciuto in tutto il mondo e meta d’obbligo per chi visita la Sardegna.

Le piccole isole dell’arcipelago (Spargi, Budelli, Razzoli e Santa Maria ecc.) continuano ad essere mete prevalentemente estive, le due isole maggiori invece sono accessibili durante tutto l’anno.

Sulle due isole principali di La Maddalena e Caprera, oltre alla straordinaria conformazione naturale, puoi trovare anche musei, sentieri e attività all’aperto che le rendono luoghi per un’escursione in qualsiasi periodo dell’anno. In particolare per chi, oltre al mare, ama muoversi a piedi o in bicicletta.

La Maddalena e Caprera cosa fare e vedere 

Le due isole sono unite fra loro da un ponte, quindi si possono visitare entrambe prendendo il traghetto che da Palau arriva al porto del paese di La Maddalena. Nel paese vivono circa diecimila persone, un paese attivo quindi, con esercizi e attività aperti tutto l’anno. In tutte le stagioni è possibile utilizzare i due bus navetta per visitare entrambe le isole. I bus partono dal porto del paese di La Maddalena.

Musei

Casa museo di Garibaldi e il Memoriale a Caprera sono aperti tutto l’anno (lunedì giorno di chiusura). Nella ‘Casa bianca’ sono conservati i cimeli dell’Eroe; puoi vedere libri, documenti fotografie, armi e lo scrittoio del Generale. Nel Memoriale invece ci sono diversi spazi espositivi ricavati dal restauro del Forte Arbuticci. Puoi ripercorre la vita di Garibaldi, la sua avventura umana, politica e militare, grazie a supporti multimediali e a una ricca selezione di oggetti e documenti. Entrata INTERO (dai 25 anni in su): 6,00 € RIDOTTO (dai 18 ai 25 anni non compiuti): 3,00 € GRATUITO (sotto i 18 anni). Biglietto cumulativo per la visita del Memoriale e del Compendio Garibaldino. L’ingresso è gratuito per tutti la prima domenica del mese.

Museo geo-mineralogico naturalistico a Caprera aperto da giugno a ottobre tutti i giorni con esclusione dei giorni festivi dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19,00. Bello e divertente, un’esperienza da fare con i bambini. Il costo di ingresso è di 2,50 euro.

Il Museo del Mare e delle tradizioni marinaresche a Caprera per scoprire tutto sulle tradizioni marinaresche. Aperto da giugno a settembre tutti i giorni con esclusione dei giorni festivi dalle 9,30 alle 13,00 e dalle 15,30 alle 19,00. Info 340.6909913.

Museo Diocesano a La Maddalena – In prossimità del porto, in pieno centro storico e comunicante con la Chiesa di S. M. Maddalena, se vuoi approfondire la storia locale, segnata dall’incontro di diverse popolazioni, oltre a cimeli, ex-voto e immagini sacre. Ingresso 1 euro – lunedì chiuso.

I sentieri

Caprera, isola praticamente disabitata, ha tanti sentieri segnalati non particolarmente difficoltosi per raggiungere le varie spiagge e camminare nella natura. Ha diverse aree picnic attrezzate all’ombra di grandi pini. I punti di partenza per le varie escursioni: sono Borgo di Stagnali, Casa Museo di Garibaldi, il Memoriale  o i Due Mari. Importante è attrezzarsi per passare al meglio la giornata con acqua, panini e equipaggiamento adeguato per le escursioni.

Nella galleria foto ho messo la cartina che puoi trovare al punto informativo del paese di La Maddalena.

In primavera e autunno l’affluenza dei visitatori è ancora bassa e le due isole registrano il momento di massimo splendore per il trekking: i profumi della macchia sono intensi, le camminate sono a volte in solitaria e le spiagge ancora poco frequentate. Anche le barche sono decisamente poche rispetto alla calca d’agosto.

Mare e spiagge

Il bagno è d’obbligo anche con l’acqua fredda, non puoi non tuffarti nell’acqua cristallina. Le cale e le spiagge sono tutte incantevoli, quindi non rimarrai deluso.

In agosto come tutti i paradisi è preso d’assalto e ci sono giornate (in particolare il fine settimana) dove la strada per il paradiso si trasforma in un enorme parcheggio e il mare a ridosso delle spiagge più famose diventa un grande assembramento di barche e barconi.

Spiagge a La Maddalena

  • Tegge – spiaggia dotata di tutti i servizi si raggiunge in auto.
  • Bassa Trinità – raggiungibile con un brevissimo percorso a piedi, le dune di sabbia sono protette e vanno utilizzati gli appositi accessi per non compromettere l’ecosistema. Esposta i venti di ponente e maestrale.
  • Cala Lunga – spiaggia molto piccola.
  • Spalmatore – la più conosciuta con bar e servizi, colore dell’acqua meraviglioso – forse la più riparata dal vento.
  • Testa del Polpo – incantevole con rocce dalle forme particolari ma non grande.

Spiagge a Caprera

  • Cala Garibaldi – si arriva in auto.
  • Cala Serena – partendo da Cala Garibaldi si raggiunge in una ventina di minuti.
  • Cala Napoletana – si raggiunge dopo una camminata di circa mezz’ora, partendo dal parcheggio antistante il Memoriale di Garibaldi.
  • Cala Coticcio – circa 40 minuti a piedi, la spiaggia (in realtà due) è meravigliosa ma piccola, in estate è solitamente molto frequentata per mare e per terra. Il sentiero è abbastanza impegnativo quindi attrezzati di conseguenza.
  • Spiaggia dei due Mari – si arriva in auto o con il bus. In bassa stagione mi è capitato di vedere cinghiali in spiaggia, attirati purtroppo dal cibo offerto dai turisti.
  • Spiaggia del Relitto – con bar si arriva anche in auto, ultimo tratto dopo i Due Mari è sterrato.
  • Cala Andreani – la raggiungi con un breve tratto a piedi
  • Porto Palma – accesso consentito ai cani.

Info e consigli

  • Importante: scegli bene come visitare La Maddalena (in particolare in Agosto) se con la tua auto o se con passaggio ponte e bus pubblici o noleggiando uno scooter. Scegli in base al periodo e al tipo di visita vuoi fare. Se vuoi camminare a Caprera prendi il bus, così come se vuoi fare giornata di mare in una o due spiagge di La Maddalena. Se invece vuoi girovagare e scegliere lì per lì allora preferisci l’autonomia dell’auto.
  • Trovi i biglietti per i traghetti da e per la Maddalena alla stazione marittima di Palau. Se acquisti il biglietto del traghetto qualche giorno prima avrai uno sconto sulla tariffa. Le tariffe variano a seconda della stagione, spesa minima per 2 adulti e un’auto di media grandezza andata e ritorno 40 euro.
  • Ci sono 2 linee di bus pubblici: linea A che fa il giro di La Maddalena con soste alle spiagge e linea B che porta a Caprera. In agosto, per colpa delle troppe macchine parcheggiate o in fila per trovare un posto libero, il bus per Caprera non riesce a volte ad arrivare alla spiaggia dei Due Mari.
  • Se il maestrale soffia forte, rimanda la gita.
  • Fai comunque una sosta al centro informazioni del paese di La Maddalena per scoprire cambi d’orario, nuovi servizi o attività.
  • Ricordati che l’Arcipelago è un’aera marina protetta, non si può pescare e limita al massimo la produzione di rifiuti che lasci sull’isola. Qui trovi tutte le informazioni sul parco: www.lamaddalenpark.it

Dedicherò un post a parte solo alle spiagge e uno alla visita in Arcipelago per mare con barca, motoscafo o gita organizzata, quindi non perderti gli aggiornamenti del blog. Puoi seguirmi anche sulla pagina FB qui.

Bene, non mi resta che augurati una bellissima esperienza in Arcipelago! Elena

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *