Gita a Bonifacio! Atmosfera francese a 50 minuti di traghetto

Bonifacio

Un’idea per una giornata alternativa: un scappata in Corsica!

Se hai programmato una visita lunga in Gallura puoi decidere di cambiare Stato e dedicare una giornata a Bonifacio. Solo l’entrata in porto e la vista dalle scogliere della città valgono il viaggio.

E poi non so come mai… 🙂 Bonifacio risulta essere vivace e attiva turisticamente praticamente tutto l’anno, quindi non è difficile poter partecipare a qualche evento.

Sono partita dal porto di Santa Teresa di Gallura con traghetto Saremar, ma viaggia anche Moby. Ho attraversato le bocche e ammirato le isole Lavezzi e Cavallo, paradiso dei subacquei.

Sono entrata in porto sfiorando le falesie e scorgendo barche a vela ormeggiate in anfratti spettacolari. Attracco e passeggiata per il porto, pieno di gente con molte barche ormeggiate, bar e ristoranti di tutti i tipi.

Ho deciso di dedicare la giornata esclusivamente alla visita della città con i suoi monumenti e mi sono concessa un lunga pausa pranzo con una selezione di formaggi corsi e buon vino…

La visita, secondo me, va presa con calma semplicemente passeggiando fra le viuzze e ammirando i bastioni della città fortificata.

Alcuni fra i molti siti da vedere

  • Il camminamento di ronda che si snoda sulle fortificazioni e permette splendide vedute sui fiordi.
  • La scala del re d’Aragona, scolpita dall’uomo ha 187 gradini fra cielo e mare per raggiungere una piccola grotta naturale.
  • La via Lunga, la via commerciale con botteghe e negozietti.
  • La chiesa di San Domenico, uno dei pochissimi edifici squisitamente gotici dell’intera Corsica.
  • Il bastione dello stendardo con un panorama eccezionale.

La Corsica e la Gallura sono state fortemente legate fra loro sia per motivi culturali che commerciali.  La stessa Santa Teresa di Gallura venne costruita alla fine dell’ottocento proprio per fermare i fenomeni di contrabbando e pirateria fra le isole.

Consigli

I francesi avranno difetti ma hanno anche pregi… uno di questi è avere punti informativi pubblici con orari d’apertura adeguati e con informazioni aggiornate.

Quindi non limitarti alle informazioni che trovi in porto ma visita l’ufficio pubblico nella città alta.

Se c’è maestrale il viaggio in nave può durare di più, calcola quindi tempi rilassati per i tuoi spostamenti.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *