Due giorni speciali a Luogosanto RockWalls!

Due giorni speciali quelli di Rock & Walls a Luogosanto, il 9 e 10 maggio scorsi. Manifestazione riuscita, settanta atleti iscritti e un nuovo settore d’arrampicata aperto a tutti vicino alla zona archeologica di Monte Juanni.

Gli aspetti che più mi hanno coinvolta sono stati:

  • scoprire il “bouldering” o “sassisismo” in italiano, sport che non conoscevo, e incontrare il popolo degli arrampicatori sardi. Ragazzi e ragazze arrivati da tutta l’isola, simpatici, allegri e molto appassionati di questa disciplina. Ho ammirato la precisione con la quale provano e riprovano i movimenti e le prese sulla roccia, anche per uno spostamento di pochi centimetri. Osservare le ragazze è stato emozionante, più eleganti degli uomini, agili come gatte, concentrate e sicure si sono arrampicate sui muri e sulle chiese di Luogosanto proprio come fosse un gioco fra bambini.
  • Vedere il paese di Luogosanto animarsi di persone per l’avvenimento e alla sera durante la festa con panini, salsiccia e vino.
  • Ritornare al Parco delle Tre per Cime per l’occasione, luogo suggestivo anche solo per fare un picnic fra le rocce millenarie e visitare la Capanna delle riunioni.
  • Scoprire, grazie all’indicazione di un amico grande conoscitore del territorio, una cisterna naturale nuragica, nascosta alla vista, proprio sopra ad uno di questi massi.

 

 

 

Il resto è cronaca di due belle giornate sportive Due giorni speciali a Luogosanto RockWalls

Lo street contest è stato vinto per quanto riguarda gli uomini dal nuorese Angelo Manca al termine di una combattuta e spettacolare finale svoltasi nel campanile della basilica del paese!

Mentre tra le donne ha prevalso la motivatissima Silvia de Rubeis di Cagliari, conquistando il primo posto femminile.

Nessuno degli atleti finalisti ha però raggiunto nella prova finale la cima del campanile, che è rimasta inviolata.

Domenica 10 nel parco è stato possibile trovare dei blocchi magnifici, caratterizzati da un’ottima grana e svariati livelli di difficoltà. I climber non hanno risparmiato pelle e hanno scalato sino alla fine riuscendo in qualche first ascent (prima salita), opportunamente premiata.

Per quanto riguarda la formula brush and climbs è stato l’esperto Giorgio Soddu a scovare la linea più interessante, portandosi cosi a casa un ottimo vermentino di Gallura della cantina del paese Siddura.

Per gli appassionati è possibile scaricare il pdf del nuovo settore boulder a Luogosanto

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *