Mollo tutto e apro un agriturismo in Sardegna

Si inizia era il 2008

Fra il dire e il fare sono passati tre anni. Anche perché l’agriturismo non c’era e andava costruito.

E se fra te e il tuo nuovo progetto di vita ci sono delle leggi urbanistiche, beh puoi ben pensare che non tutto vada secondo i piani… tuoi!

Comunque ci siamo trasferiti per aprire un agriturismo che è anche e sopratutto attività agricola e quindi siamo partiti dalla terra.

Terra giusta per fare piccole produzioni biologiche perché pianeggiante e sulle rive di un fiume, ma terra che non era nostra, con profili diversi da quelli alpini ne certamente come la bassa emiliana, ma colline selvagge piene di cisto, rovi e pietre che andavano ripulite… a mano. Agriturismo in Sardegna

La seconda stagione siamo riusciti a sistemare il terreno, piantare un bel frutteto, produrre e vendere la nostra verdura biologica. Tutto ciò di certo non grazie a me che prima non annaffiavo neanche le piante di casa, ma grazie a mio marito che da agronomo testardo e appassionato, aveva le idee molto più chiare su cosa andava fatto.

Lui era il capo e il contadino, io la bassa bassa bassa manovalanza (quindi niente richieste di consigli su come si fa un orto, please).

Tre stagioni, ho capito in seguito, necessarie sopratutto per rendermi veramente conto che sì, avevamo mollato tutto e sì, vivevamo realmente nella campagna gallurese.

orto biologico
Estate 2008

Nella campagna che in inverno mi rendeva inquieta, perché isolata, silenziosa, immensa. In estate cocente ma produttiva, sveglia alle cinque per raccogliere e poi consegnare. Al tramonto semine, raccolte e sistemazioni fino a notte, quando appaiono le stelle più luminose, quelle che risplendono nell’oscurità dei luoghi isolati.

Dalla terra comunque sono arrivate anche le prime soddisfazioni e le prime amicizie, dal mare i bagni più belli di sempre e dalla natura una forza inaspettata.

Scoperta numero uno: rivoluzionare la tua vita è facile, ma capire se sei veramente cambiata e se questo cambiamento fa per te richiede tempo.. un tempo giusto e non bisogna avere paura di dover attendere per capirlo.

Oggi credo che intraprendere un progetto a lungo termine, qualunque esso sia, significhi anche affrontare lo smarrimento e vivere fino in fondo con coraggio il timore di aver sbagliato. Capire che non c’è mai la soluzione a tutti i tuoi problemi, ma solo prove, riprove e ricerca di soluzioni che ti fanno procedere un passo dopo l’altro.

verdura biologica
Estate 2008
orto peperoncini
Peperoncini cayenna

Comments

comments

2 thoughts on “Mollo tutto e apro un agriturismo in Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *